img012.jpg

Random Gallery

max-ed-eli-guado-della-pozza-con-kudu-2 foto_004 foto_010 kudu-2-con-eli-in-corsa

FAQ

Qual è il periodo migliore per visitare il Kenya?

L’alta stagione turistica va da dicembre a febbraio, in quanto il clima, sempre caldo e umido, è considerato in questo periodo più sopportabile. In questi due mesi, inoltre, si verificano le grandi ondate migratorie di volatili che dal Kenya si dirigono ai laghi di Rift Valley. Il periodo che va da luglio a ottobre è considerato ‘stagione di passaggio’, in quanto ha un clima ancora piuttosto secco, mentre tra aprile e giugno (e in misura molto minore a novembre) le piogge possono interessare il Paese ma solitamente, non impediscono ai turisti di compiere safari. In questi mesi la situazione è molto più tranquilla: negli alberghi ci sono più camere disponibili e a prezzi più accessibili.

Il periodo migliore per vedere la grande migrazione annuale che si svolge tra il Parco Nazionale del Serengeti in Tanzania e la Riserva Nazionale del Masai Mara in Kenya, è tra luglio e ottobre ma, a volte, si protrae sino al mese di novembre.

Come vestirsi in safari?

Vestitevi comodi e leggeri. Evitate i colori sgargianti perché potrebbero dar fastidio e, addirittura spaventare gli animali. Vanno bene il colore kaki, il verde e il marrone, in quanto i colori predominanti della savana. Scarpe basse e comode. Indispensabile un cappello e gli occhiali per proteggersi dal sole. Se si ha intenzione di effettuare anche safari a piedi, sono consigliati scarpe da trekking. Per la sera, sono indicati maglioncino e pantaloni lunghi (soprattutto nei parchi del nord e sugli altopiani dove, si presenta una notevole escursione termica). Scegliete colori chiari. Il nero e in generale, i colori scuri attirano gli insetti.

Che cosa non si deve assolutamente dimenticare in safari?

Binocolo, macchine fotografiche e telecamere. Le batterie, si potranno ricaricare nei campi e lodge dove si alloggia o, nell’auto durante i trasferimenti. Importantissima la protezione solare.

E’ necessaria un’assicurazione sanitaria?

Si consiglia, oltre all’assicurazione personale, di stipulare una copertura assicurativa per le emergenze aeree presso la Flying Doctors dell’AMREF.
La si può effettuare direttamente sul loro sito al costo di 16 dollari ed è della durata di un mese. www.flydoc.com

Quali documenti servono per l’ingresso in Kenya?

Passaporto con validità residua di almeno sei mesi. Visto turistico, da richiedere direttamente all’aeroporto di destinazione al costo di 50$

Qual è la moneta ufficiale?

La moneta ufficiale è lo scellino keniota (Ksh o Kes). 1 euro = 100Ksh circa. I maggiori alberghi ed i principali negozi, accettano le carte di credito più comuni anche se, spesso viene richiesto il 5% in più. Esistono sportelli per il prelievo automatico di moneta contante appartenenti ai principali circuiti internazionali. Sono accettati i dollari, solo se emessi dopo l’anno 2.000.